Cisgiordania sud: Israele distrugge 11 bacini d’acqua

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Ieri notte, 16 dicembre, bulldozer israeliani hanno demolito undici bacini d'acqua utilizzati dai pastori nomadi palestinesi per i propri pascoli.

L'operazione condotta nella parte meridionale della Cisgiordania è stata giustificata con l'assenza di permessi di edificazione, sebbene in questo caso, si tratti di bacini di formazione dal Monte Hebron e risalenti al periodo antecedente alla nascita dello Stato di Israele (1948).

La notizia è stata riportata dai più nell'ambito delle mosse di governo atte a spodestare i palestinesi attraverso il prosciugamento delle risorse del proprio territorio già arido, fino a forzarne l'allontanamento.

“Questi ordini di demolizione sono noti da almeno cinque anni”, si legge sul quotidiano israeliano Ha'aretz, “e con le operazioni di ieri, l'amministrazione civile israeliana ha innescato il processo di soppressione di tutti i bacini idrografici della regione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.