Cisgiordania tra gli arresti di Israele e dell’Anp

Cisgiordania – InfoPal. Domenica all'alba, le forze d'occupazione israeliane hanno condotto raid di arresti in vari distretti della Cisgiordania occupata.

Quattro cittadini palestinesi – dei quali resta sconosciuta l'identità – sono stati arrestati con il sospetto di aver compiuto “atti di resistenza all'occupazione”.

L'Associazione per i diritti umani “Tadamoun” riporta l'arresto di un cittadino di Nablus, presso il ponte di Allenby, mentre era in viaggio verso la Giordania.

Questa mattina all'alba, incursioni e perquisizioni dei militari isareliani nei villaggi di Yatta e Beit al-Ula (al-Khalil/Hebron) si sono concluse con sette arresti.

Decisamente più vasta la campagna di arresti sferrata sempre ieri, 21 novembre dagli apparati di sicurezza dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) tra Nablus, Ramallah, Salfit, Tulkarem e Qalqiliya, conclusasi con l'arresto di venti cittadini tra membri e sostenitori del Movimento di resistenza islamica.

Questa mattina, 12 cittadini palestinesi sono stati arrestati, anch'essi sarebbero affiliati ad Hamas. Quattro degli arrestati sono studenti dell'Università di Birzeit (Ramallah).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.