Clamoroso: Israele vieta al capo delegazione palestinese di entrare a Gerusalemme. Avrebbe dovuto incontrare i 'partner israeliani'.

Gerusalemme – Infopal

Le forze di occupazione israeliane, ieri sera, hanno impedito l’ingresso del capo della delegazione per le trattative, Ahmad Qree ,“Abu Alaa”, nella città di Gerusalemme: avrebbe dovuto partecipare alla riunione, prevista per la serata, tra le due delegazioni, israeliana e palestinese, per le "trattative di pace".

L’ufficio di Abu Alaa ha riferito che i soldati israeliani di stanza al posto di controllo az-Zaim, a est della città di Gerusalemme, hanno vietato l’ingresso all’auto che trasportava Abu Alaa che avrebbe dovuto partecipare all’incontro con la delegazione israeliana.

L’ufficio ha aggiunto che la delegazione palestinese, compreso Abu Alaa, che è tornato a Ramallah, si è riunita e sta discutendo con Abu Mazen, che si trova in Egitto, su quale decisione prendere contro il divieto israeliano. 

Fonti israeliane hanno riferito che la ministra degli esteri e capo della delegazione israeliana per le trattative, Livni Tzipi, ha telefonato al capo della delegazione palestinese Qree chiedendo scusa per quanto è accaduto.

Il portavoce di Fatah, Fahmi Az-Za’arir, ha dichiarato che Israele, con il suo "divieto di transito" a Qree, "dimostra, senza ombra di dubbio, la reale intenzione nei confronti di tutta l’iniziativa di pace in generale, e verso la conferenza di Annapolis in particolare".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.