Collaborazione Anp-Israele: soldati israeliani catturano i fratelli di un prigioniero di Ramallah

 

Al-Khalil – Pal-Info. Le forze di occupazione israeliane hanno invaso mercoledì sera la casa di Bajis Amro, detenuto nelle carceri cisgiordane di Fatah, e arrestato due dei suoi fratelli.

Fonti locali hanno infatti riferito al Centro d'informazione palestinese (Pic) che un ingente numero di truppe israeliane ha fatto irruzione nel quartiere di Wad al-Hariya, a al-Khalil (Hebron), e saccheggiato la casa di Bajis, per poi catturare Marwan e Iyad e portarli verso destinazione ignota.

Un giorno prima, le milizie della sicurezza dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) erano entrate nella stessa casa e scavato sotto il pavimento di alcune stanze. Nella stessa giornata di mercoledì, invece, gli uomini al servizio di Fatah hanno catturato cinque cittadini palestinesi affiliati a Hamas nelle città di Ramallah e Hebron, come hanno affermato ieri altre fonti locali.

Fonti simili hanno poi riportato al Pic che l'intelligence dell'Anp ha rilasciato un prigioniero dalle sue carceri dopo il grave peggioramento delle sue condizioni di salute.

Il detenuto in questione, Osayd al-Wardiyan, 23 anni, aveva lanciato uno sciopero della fame da quando era stato catturato, sette giorni fa. Al momento dell'arresto si trovava fuori dalla moschea Omar Ibn al-Khattab di Betlemme per la preghiera del venerdì.

Secondo le testimonianze, al-Wardiyan è stato sottoposto a diverse torture durante la sua prigionia, ed è quindi stato trasferito in ospedale quattro giorni dopo il suo arresto. Dopo aver subito un'operazione all'addome, è stato rilasciato per il peggioramento delle sue condizioni.

Nonostante le collaborazioni con l'Anp in materia di sicurezza, Israele ha tuttavia deciso di ridurre alcune agevolazioni riservate alle personalità dell'Anp che vogliono attraversare il confine con la Giordania attraverso il terminal di al-Karama: lo ha riferito mercoledì il giornale israeliano Yedioth Ahronoth.

In base a questo provvedimento, si legge nell'articolo, solo al presidente de facto Mahmud Abbas e al suo premier sarà garantito il passaggio, mentre le autorità di frontiera israeliane già l'altro ieri hanno impedito all'alto funzionario dell'Anp Ahmed Qurei di entrare in territorio giordano con la sua autovettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.