Colline a sud di Hebron, coloni di Havat Ma’on attaccano pastori palestinesi in due posti contemporaneamente

Operazione Colomba. Comunicato stampa. Coloni di Havat Ma’on attaccano pastori palestinesi in due posti contemporaneamente, nelle colline a sud di Hebron

21 marzo 2014

At Tuwani – Il 20 marzo quattro coloni provenienti dall’avamposto illegale di Havat Ma’on hanno attaccato, contemporaneamente in due posti diversi due volontari internazionali e sette pastori palestinesi che stavano pascolando i greggi sulle loro terre. I coloni erano armati di una pistola e due fionde.

Alle 9:58 un colono armato di pistola ha cacciato due pastori palestinesi che stavano pascolando le loro greggi tra il villaggio palestinese di Tuba e Havat Ma’on. Il colono ha prima urlato contro i pastori, per poi inseguirli per più di due chilometri. L’inseguimento è durato circa un ora, fino a quando i pastori non hanno raggiunto Tuba.

Nel frattempo, alle 10.03 tre ragazzi coloni hanno lanciato un petardo dall’avamposto per spaventare i palestinesi che si trovavano nella valle di Meshaha, a sud dell’avamposto. Dopo circa 15 minuti la polizia israeliana è arrivata sul posto e ha parlato sia con i coloni che con i pastori palestinesi, permettendo a questi ultimi di pascolare nella valle di Meshaha.

Alle 10:40 un colono mascherato e due bambini sono arrivati nella stessa valle e hanno attaccato cinque pastori palestinesi, tre uomini e due donne. I coloni hanno lanciato pietre con delle fionde contro i pastori e gli internazionali, per circa cinque minuti, entrando in terra privata palestinese. Qualche minuto dopo, a causa dell’arrivo della polizia, i coloni sono scappati senza che gli agenti tentassero di fermarli. Uno dei palestinesi attaccati ha riferito al poliziotto dell’attacco che stava avvenendo sull’altro lato dell’avamposto, dove il colono armato stava ancora inseguendo i due pastori palestinesi di Tuba. Il poliziotto si è quindi spostato nel villaggio di Tuba con il palestinese e un volontario internazionale, mentre i restanti pastori palestinesi hanno continuato a pascolare le loro greggi nella valle di Meshaha fino alle 12:20 circa.

Alle 11:30 la macchina della polizia è arrivata a Tuba e dopo cinque minuti il poliziotto ha raggiunto il colono che aveva precedentemente scacciato e inseguito i due pastori palestinesi. Il poliziotto ha interrogato uno dei palestinesi,  Ahmed Jundiya, e il colono. In seguito i due sono stati portati alla stazione di polizia di Kiryat Arba. Entrambi hanno sporto denuncia: il colono ha sostenuto che i pastori fossero su terra palestinese e Jundiya ha provato, grazie alla telecamera fornitagli da B’tselem (organizzazione per i diritti umani), che è stato cacciato mentre pascolava il suo gregge su terra palestinese.

La polizia israeliana ha deciso di investigare sull’accaduto per definire, entro tre mesi, a chi appartiene la terra. Jundiya ha potuto far ritorno a casa intorno alle 16:30.

I palestinesi delle colline a sud di Hebron affrontano l’occupazione israeliana tramite la resistenza popolare nonviolenta.

Operazione Colomba mantiene una presenza costante nel villaggio di At-Tuwani e nell’area delle colline a sud di Hebron dal 2004.

Foto dell’incidente: http://www.operazionecolomba.it/galleries/palestina-israele/2014/2014-03-20-settlers-from-havat-ma-on-attacked-palestinian-shepherds-in-two-different-places-at-the-same-time-in-the-south-hebron-hills/

Per informazioni:
Operazione Colomba, +972 54 99 25 773

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]