Coloni israeliani incendiano un’abitazione a Susiya

Riceviamo da Operazione Colomba e pubblichiamo.

Comunicato stampa

Coloni israeliani incendiano un'abitazione nel villaggio palestinese di
Susiya

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell'Aja, la
Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli
insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali.
Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]

29 dicembre 2010

Susiya – Nella notte di martedì 28 dicembre 2010, coloni israeliani hanno
attaccato il villaggio palestinese di Susiya, incendiando una tenda usata
come abitazione.

Intorno alle 3.00 del mattino, gli abitanti sono stati svegliati dalle
fiamme appiccate da bottiglie incendiarie lanciate da tre uomini, visti poi
scappare a bordo di un'auto.

Secondo i testimoni, si tratterebbe di coloni israeliani provenienti dal
vicino insediamento di Suseya.

Si tratta dell'ennesimo atto di violenza perpetrato dai coloni israeliani
dell'area ai danni delle comunità palestinesi delle colline a sud di Hebron.

“Lanciare una bottiglia incendiaria dando fuoco a una tenda significa voler
uccidere…Vogliamo che la polizia investighi seriamente e arresti i
colpevoli.”, ha dichiarato un abitante del villaggio.

I proprietari della tenda incendiata hanno sporto denuncia presso la
stazione di polizia di Kyriat Arba.

Secondo Yesh Din, organizzazione israeliana per i diritti umani, il 92%
delle denunce presentate dai palestinesi contro i coloni si conclude con un
fallimento: le denunce vengono smarrite o i casi vengono archiviati perché
la polizia non è in grado di individuare i colpevoli oppure le prove sono
considerate insufficienti.

Operazione Colomba e Christian Peacemaker Teams mantengono una presenza
costante nel villaggio di At-Tuwani e nell'area delle colline a sud di
Hebron dal 2004.

Foto: http://goo.gl/APStE
Video: http://goo.gl/VFHFx

Per informazioni:
Operazione Colomba, +972 54 99 25 773

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.