Colonie israeliane: altre 100 unità abitative nella cittadina palestinese di Beit Jala

Ramallah – Maan. Ha avuto inizio solo di recente la costruzione di cento unità abitative nel distretto di Betlemme.

La notizia viene confermata dal legale palestinese Mustafa al-Barghouti: “Si tratta di altra terra palestinese confiscata illegalmente. Le cittadine palestinesi di Beit Jala e al-Walaja sono quelle maggiormente a rischio. L'ultima notizia del complesso con 100 abitazioni colpirà Beit Jala”.

L'avvio delle costruzioni coincide esattamente con la visita dell'inviato Usa in Medio Oriente George Mitchell.

Come da prassi, le costruzioni cominciano con la chiusura di vaste aree di terra palestinese, la creazione di avamposti militari e l'innalzamento di barriere e recinzioni per impedire ai manifestanti palestinesi ed internazionali di interferire nei lavori edilizi.

Ad al-Walaja saranno costruite 12 mila unità abitative, mentre meno di una settimana fa era giunta l'approvazione di 32 unità abitative nei pressi del villaggio palestinese di Tuqu (Betlemme est).

Tutti i progetti coloniali israeliani proseguono senza sosta e si parla di migliaia di nuove unità abitative di fresca approvazione da parte governo israeliano.

Articoli correlati:

http://infopal.it/leggi.php?id=15009

http://infopal.it/leggi.php?id=15287

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.