'Colui che ritorna, figlio della Nakba e della Palestina'

Beirut – Pal-Info. L'Ufficio per i rifugiati palestinesi del Movimento di resistenza islamica in Libano ha realizzato un nuovo “documento d'identità”.

È il “documento del ritorno”, un libriccino simile a un passaporto di 48 pagine in cui si narra la storia della Nakba (la catastrofe del popolo palestinese del 1948).

Il titolare è indicato come “'colui che ritorna, figlio della Nakba e della Palestina”, aggiungendo il luogo di nascita e quello di residenza.

Inoltre, nel nuovo documento si legge la cifra di 6.837.000, ossia i palestinesi nati nella diaspora e si specifica che è valido ovunque tranne che in 200 paesi del mondo.

S'includono altre informazioni sulla Palestina: bandiera e confini, massacri del suo popolo e distruzione del territorio e si fa un elenco dei campi palestinesi in Libano, Siria, Giordania, 'Iraq, Striscia di Gaza e Cisgiordania.

Nel “documento del ritorno” palestinese si sancisce l'inalienabilità del relativo diritto, con lo slogan: “un diritto conquistato con la resistenza, non sarà mai perduto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.