Cominciano a Gaza i 'Mondiali della Flotilla'

Gaza- Infopal. Sabato sera, a Gaza, sono cominciati i “Mondiali della Flotilla”, organizzati dalla Municipalità di Gaza e finanziati da vari enti e organizzazioni.

All'inaugurazione erano presenti il primo ministro Haniyyeh, assieme a vari ministri, e il presidente dell'associazione benefica turca IHH, Muhammad Kaya.

Al campionato di calcio partecipano sedici squadre della Striscia di Gaza, in rappresentanza dei Paesi che avevano membri sulla Freedom Flotilla, aggredita dalla Marina israeliana al largo delle acque di Gaza.

Nella cerimonia di apertura hanno sfilato ragazzini con le bandiere e i nomi dei Paesi che avevano membri nella prima Flotilla; poi si è tenuta una dimostrazione di karate da parte del maestro Sha'ban Labad, molto apprezzata dal pubblico che gremiva gli spalti.

In seguito, ha fatto ingresso nello stadio una riproduzione della nave turca Mavi Marmara, salutata da cori che inneggiavano agli eroi che ne facevano parte, ed onori sono stati resi dalla Polizia marittima palestinese, che ha mostrato un feretro simbolico per i martiri della Mavi Marmara, coperto dalla bandiera turca.

Lo scopo dei “Mondiali della Flotilla” è innanzitutto quello di ringraziare tutti coloro che hanno partecipato a quell'iniziativa per rompere l'embargo sulla Striscia di Gaza; inoltre l'obiettivo è quello di far restare viva la questione della Freedom Flotilla, oltre a quello di sensibilizzare tutti sulla realtà dell'embargo.

Al termine della cerimonia d'apertura, si è tenuta una partita amichevole tra due squadre di veterani: quella in rappresentanza della Palestina, guidata dallo stesso Haniyyeh, e quella in rappresentanza della Turchia, proveniente dalla provincia centrale della Striscia, guidata dal direttore della IHH.

Per la cronaca, la partita è terminata con la vittoria della “Turchia” per 1-0, tuttavia il pubblico palestinese ha egualmente gradito questo risultato in virtù del legame di amicizia tra i due Paesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.