Commissione islamo-cristiana: avanza l’ebraicizzazione di Gerusalemme.

Gerusalemme – Pic. La Commissione congiunta Cristiano-Musulmana di Gerusalemme che si occupa dei luoghi santi in Palestina, ha segnalato che l'ebraicizzazione di Gerusalemme occupata è entrata in una fase molto delicata e pericolosa.

Sottolieando tutto ciò come “un’escalation pericolosa”, il Segretario generale della Commissione, Hasan Khater, ha riferito in conferenza stampa, domenica, che la lobby sionista –  istituita di recente nel Parlamento israeliano – ha messo insieme la maggioranza di quei partiti che sono a sostegno del processo di giudaizzazione.

Khater ha poi ricordato che le posizioni israeliane, ufficiali e non ufficiali sostengono all’unanimità il progetto secondo cui Gerusalemme resterà “capitale unica ed indivisa di Israele”.

La situazione nella Gerusalemme occupata non prevede nulla di buono per molte ragioni, ha aggiunto Khater. Tra i motivi; la rottura interna palestinese, la debolezza delle possibilità a disposizione dei palestinesi e la mancanza di una strategia araba o islamica a sostegno del destino della città.  

Egli ha inoltre chiesto ai leader arabi – che programmano di incontrarsi in Libia alla fine del prossimo marzo – di adottare una posizione risoluta su Gerusalemme e di includere una dichiarazione in cui, oltre allo stato di occcupazione, si ammetta anche che la città si trova in uno stato disastroso.

(Traduzione per Infopal a cura di Elisa Gennaro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.