Commissione Turkel, le dichiarazioni di Giuristi Democratici

“Con riferimento alle conclusioni della Commissione cosiddetta Turkel, istituita dal governo israeliano  per condurre un'inchiesta sugli avvenimenti relativa alla Freedom Flotilla, occorre osservare che, contrariamente a quanto contenuto nel rapporto finale di tale Commissione:

a) Il blocco contro Gaza e la sua popolazione costituisce una chiara
violazione degli obblighi internazionali di Israele in quanto Potenza
occupante, come stabililti dalla IV Convenzione di Ginevra del 1949;

b) il blocco marittimo attuato contro Gaza non rispetta i requisiti
posti dal Manuale di San Remo che costituisce codificazione del diritto
umanitario consuetudinario, in particolare artt. 36-42;

c) l'attacco alla flotilla ha costituito un atto di aggressione e quindi
una violazione dell'art. 2, comma 4 della Carta delle Nazioni Unite e
che in tale occasione sono stati chiaramente trasgrediti tutti i
requisiti di necessità e di proporzionalità.

Da tutti e tre i punti di vista appena menzionati ci si trova altresì di
fronte ad atti che possono integrare gli estremi di crimini di guerra e
contro l'umanità.

Fabio Marcelli, Giuristi Democratici 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.