Comunicato stampa del Fronte popolare per la liberazione della Palestina (FPLP).

Comunicato stampa del Fronte popolare per la liberazione della Palestina (FPLP)

Palestina,15.06.07

 

Continua lo scorrere del sangue palestinese a mano di palestinesi dove sta lasciando forti perdite di vite umane e danni materiali, sono cadute decine di cittadini a causa dello scontro hamas-fatah.

Vogliamo rinnovare l’invito alle due fazioni di essere all’altezza della responsabilità politica nei confronti della nostra causa nazionale, e di rispondere positivamente agli sforzi di mediazione delle forze patriottiche palestinesi e porre fine a questo bagno di sangue alimentato da accuse e contro accuse reciproche.

 

-Affermando con forza la nostra condanna degli scontri che hanno sanguinato la striscia di Gaza negli ultimi giorni, condanniamo con fermezza  “la soluzione e militare” e “la conquista con la forza militare” della striscia di Gaza  da parte di Hamas, e le conseguenti pratiche violente che hanno accompagnato questi scontri, strane e lontane dalle abitudini e dalla cultura e dei valori morali del popolo palestinese, introducendo la causa palestinese in una fase drammatica e critica che segnerà negativamente i futuri rapporti politici e sociale inter-palestinese che spalancano la porta all’ingerenza politica straniere minando alle radici l’unità e l’aspirazione politiche del nostro popolo. 

 

-Inoltre rifiutiamo la reazione politica, affrettata ed estremista, con la quale si vuole affrontare la crisi drammatica, come decretare lo stato d’emergenza, sciogliendo il governo in carica formare un governo d’emergenza, con evidenti conseguenze d’accentuazione dello scontro prolungando la durata, permettendo l’ingerenza esterna come l’invito ad inviare forze internazionali.

 

-Invitiamo tutti alla costituzione di una dirigenza nazionale previsoria con la partecipazione di tutte      le forze politiche palestinese e da rappresentanti della società civili per il governare la società palestinese costituendo un inizio di dialogo responsabile  e costruttivo per proteggere l’unità nazionale portando il nostro progetto politico sul binario giusto.

 

-In questa fase drammatica e pericolosa, invitiamo, la lega Araba e tutte le parti amiche del popolo palestinese ad intervenire positivamente per aiutare i palestinesi ad uscire da questa crisi.

 

-Nonostante la drammaticità e l’amarezza del momento, affermiamo che la nostra unità e la nostra scelta democratica e la volontà di continuare la lotta per la liberazione, l’indipendenza e la costituzione dello stato palestinese indipendente e sovrano, non è una scelta tra diverse, ma è l’unica scelta che abbiamo e come tale va protetta in tutti i mezzi, respingendo tutti i tentativi, respinti in precedenza, come il protettorato e l’annessione da qualsiasi parte.

 

         d’nuovo invitiamo le masse del nostro popolo, in patria e in diaspora, di essere uniti, superando il dolore e la sofferenza, condannando le scelte sanguinarie e la logica della vendetta da qualsiasi parte essa venga per proteggere i nostri diritti nazionali, chiediamo ai nostri fratelli di Fatah e Hamas di fare un passo in dietro, e tornare alla ragione e alla coscienza.

         L’unità, la democrazia e il dialogo interpalestinese è l’unica strada.                                                                  

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.