Con il decesso di due ammalati, il numero delle vittime dell’assedio sale a 300

Gaza – Infopal. Ieri il Ministero della Sanità di Gaza ha dichiarato il decesso di due pazienti dopo che è stato negato loro il permesso di partire per ricevere le cure mediche all’estero. Il numero delle vittime causate dall’assedio sale così a trecento, di cui nove solo in questo mese.

Il Ministero ha reso noto che i due deceduti sono Samir Abu an-Naja, di 21 anni, residente a Rafah, deceduto dopo una lunga sofferenza per aver respirato il fosforo bianco usato dalle forze di occupazione durante l’aggressione contro Gaza, e Ibrahim Abu Idhir, di 76 anni. Entrambi avevano i documenti necessari per poter espatriare, ma le autorità israeliane non hanno dato il consenso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.