Congresso arabo-internazione per il Diritto al Ritorno, attese a Damasco 4500 persone da 54 paesi

Damasco. Ma’en Bashour, presidente del Comitato organizzatore del “Congresso arabo-internazionale per il Diritto al Ritorno” ha dichiarato che quello al ritorno è un diritto personale, nazionale, popolare e umano che non può essere messo in discussione.

Durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento, svoltasi ieri a Damasco, Bashour ha spiegato che gli obiettivi del convegno sono di riaffermare il diritto al ritorno come uno dei principi nazionali della Palestina e dell’intera Ummah islamica, e di rifiutare qualsiasi compromesso su tale argomento, come, ad esempio, la “patria alternativa”.

Secondo gli organizzatori, giungeranno nella capitale siriana oltre 4.500 persone di 54 diversi paesi, rappresentanti di centinaia di diverse organizzazioni, sindacati, forum, associazioni, ecc.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.