'Consiglio degli insediamenti': riprendono le attività di colonizzazione (mai interrotte)

Gerusalemme (al-Quds) – InfoPal. Il “Consiglio degli insediamenti” a Gerusalemme e nella Cisgiordania occupata ha comunicato che interromperà il periodo di congelamento delle attività coloniali a partire da domani, mercoledì 2 settembre, 26 giorni prima della scadenza dell'accordo preso dal governo israeliano.

Tale decisione fa seguito all'attacco di ieri sera, a Hebron (al-Khalil), nel sud della Cisgiordania, eseguito da un commando della resistenza palestinese, che ha portato all'uccisione di 4 coloni israeliani residenti in un insediamento illegale. 

La radio israeliana ha riferito questa mattina che il direttore generale del Consiglio ha affermato: “Abbiamo riconsiderato la decisione di congelare le attività di insediamento e vi abbiamo posto fine”, aggiungendo che sono state date istruzioni ai i responsabili e alle parti interessate in tutti gli insediamenti in Cisgiordania e Gerusalemme, per ripristinare i progetti di costruzione a partire dalle 6 di questa sera.

A novembre del 2009, il governo israeliano aveva deciso di congelare le attività di costruzione nelle colonie, per un periodo di dieci mesi, ma tale decisione non è mai stata pienamente rispettata e numerose unità abitative (circa 2000 alloggi in oltre 30 insediamenti) sono state edificate proprio in questi mesi, secondo quanto denunciato da un rapporto del movimento “Peace Now”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.