Continua la repressione dei sostenitori di Hamas da parte dell’Anp: 150 arrestati.

Cisgiordania – Infopal. In un'escalation senza precedenti, le forze di Abbas, in coincidenza con il 22° anniversario della fondazione di Hamas, hanno lanciato una vasta campagna di arresti in tutte le province della Cisgiordania che ha colpito più di 150 tra leader e sostenitori di Hamas; inoltre, altri mille sostenitori di Hamas sono stati ‘invitati’ a presentarsi nelle sedi della Sicurezza dell’Anp.

Nella provincia di Gerusalemme, le forze di Abbas hanno preso di mira la cittadina di Abu Dis entrando in varie abitazioni dei sostenitori di Hamas e degli studenti dell'Università di Gerusalemme, sequestrandone un certo numero, tra cui: Saleh al-Rimawi, Thaer Mahariq, Faruk Shawar, Anas Kehlah e Rashid al-Wawi.

Inoltre le forze di Abbas, per tutta la notte scorsa, hanno pattugliato le vie delle città e dei campi profughi della Cisgiordania per impedire qualsiasi tentativo di scrivere sui muri. Esse hanno perciò dato la caccia a diversi ragazzi e bambini che tentavano di esprimere, con scritte sui muri, la loro felicità per l’anniversario della fondazione del Movimento di resistenza islamica. 

Nello stesso contesto, nel consueto scambio di ruoli tra le forze d'occupazione israeliane e quelle dell’Anp, nella provincia di Hebron (al-Khalil) è stato arrestato Ayman Ashour Abu Sbnenah, ex prigioniero nelle carceri israeliane, liberato dopo sette anni di detenzione, ed è stato inoltre arrestato Tareq Da'es, anch’egli ex prigioniero nelle carceri israeliane, sposatosi da qualche giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.