Continuano le aggressioni israeliane nella West -Bank. Ucciso leader delle Brigate Al-Aqsa a Jenin. A Nablus, soldati israeliani sparano alla testa a un giovane e lo uccidono.

Questa mattina, nel campo profughi di Jenin, è stato ucciso un leader delle Brigate Al-Aqsa, ala armata di Fatah, durante scontri armati con le forze di occupazione israeliane.

Si tratta di Muhammad Farahati, leader del gruppo "Cintura di fuoco": una formazione che riunisce le Brigate Al-Aqsa e Al-Quds (ala militare del Jihad islami).
Il portavoce del gruppo ha reso noto che il giovane è stato colpito da numerosi proiettili mentre tentava di fermare l’avanzata delle truppe israeliane.

Attacco israeliano contro Nablus

Ieri, un palestinese è stato ucciso e 3 feriti a seguito dell’invasione delle forze israeliane nel campo profughi di ‘Ein Beit el-Ma, a Nablus.

Testimoni oculari hanno raccontato che le truppe israeliane, di stanza nel centro di Nablus, hanno sparato ad alcuni uomini armati palestinesi, ferendo due fratelli, Rami e ‘Ala Shanay’ah. Rami è stato raggiunto da proiettili alla testa ed è morto.

Ne sono nati scontri tra le forze di occupazione e i giovani palestinesi: due ragazzi, Ayman Khreim e Nasim Khadir sono rimasti feriti alle gambe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.