Crescono gli insediamenti e i coloni nella West Bank. 48 nuove colonie a ovest del Muro di Separazione.

I dati pubblicati dal ministero degli interni israeliano per l’anno 2006 evidenziano che tra le 122 colonie presenti nella West Bank, 48 sono collocate a ovest del Muro dell’Apartheid.

Gli stessi dati riferiscono che nelle 48 colonie citate, situate nella parte ovest del Muro, abita il 76,2% del totale dei coloni, cioè, 209.716.

Mentre nelle colonie situate nella parte est del Muro, che ammontano a 76, i dati del ministero degli interni israeliano indicavano che sono abitate da 65.440 coloni corrispondenti al 23,8% del totale dei coloni della Cisgiordania (dato riferito al mese di giugno scorso).

Secondo tali dati, le colonie che sono collocate a ovest del Muro, tra il gruppo di insediamenti che Israele ha intenzione di includere nella “Soluzione permanente”, il numero dei coloni è aumentato di 11.338 unità nel periodo compreso tra giugno 2006 e giugno 2007.

Il numero dei coloni negli insediamenti situati nella parte est del Muro è salito di 2.886 unità nello stesso periodo. Indicativamente, l’aumento percentuale residenziale corrispondente al 5,5% per entrambe le zone.

Nella colonia “Har barakha”, situata nelle terre della città di Nablus, la percentuale di coloni è salita del 9,2%, mentre in quella di “Bayt Haji”, a sud delle montagne di Khalil, Hebron, del  9,5%; di “Talmun” dell’8,1%; di “Yastahar”, del 12%; di  “Najuhut”, del 20,6%.

Sullo stesso argomento, dati forniti da “Salam Al-‘An”/”la pace ora”, indicano che l’80% dei pozzi degli insediamenti, 112 tra i 156 (alcuni dei quali chiusi), sono stati costruiti a est del Muro, mentre solo il 20% (33 pozzi) sono stati costruiti a ovest.

Il 71% dei coloni (150.000) nella West Bank sono concentrati in 8 insediamenti: “Muduin ilit”, “Bitar ilit”, “Mahalih adumim”, “ Ar-il”, “Afahat zahif”, “ Alfi manshi”, “Afrat” e “Carni shamrun”.

Nelle colonie occupate degli ebrei religiosi (Al-haridin), come ad esempio “Mudihin ilit” e “Bitar ilit”, la percentuale di residenti è in aumento e arriva a più del 10%. In “Ar-il” non supera lo 0,7%; a “Afahat zahif”, l’1,1%; a “Mahalih adumim”,“ Afrat”, “Alfi manshi” e “Carni shamrun” la crescita percentuale dei residenti registra il 4,5%.

Inoltre, 103 sulle 122 colonie sono state ampliate, 19 colonie ridotte- per esempio, a “Hitin”, “Hamraa”, “Mahula”, “Nahma”, “Niran”, “Natif ahdud” e “Bastihil”. In compenso, sono state estese le colonie come “Ruth” , “Yafit”, ”Yitif”, “Hamadat” e Bakhut”.  In aggiunta all’aumento riscontrabile nel sedi provinciali “mati ben-yamin” e “ hush hatsiyun”. 

Le fonti indicano che il numero dei coloni è salito da 206.645 a 275.156 nell’anno in corso: un aumento percentuale del 5,45%. Il doppio rispetto al numero di ebrei nel paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.