Crimini contro Gaza, Usa e Israele: seppelliamo il Rapporto Goldstone.

In un'ennesima riprova di quanto la “democrazia” e il “diritto internazionali” rappresentino solo una “copertura” per le guerre di rapina e di invasione sia per Stati Uniti sia per Israele, fonti israeliane hanno riferito ieri, domenica 7 febbraio, che gli Usa hanno promesso solennemente ai leader israeliani che faranno in modo che il Rapporto Goldstone venga “seppellito”. Le stesse fonti affermano che il governo israeliano si è impegnato a dare una risposta al Rapporto formando una commissione d’inchiesta.  

L’ONU ha in programma di discuterlo, ma ancora non è stata fissata una data.

Le fonti israeliane affermano però che Israele non garantirà “ulteriore cooperazione” e che gli Stati Uniti non permetteranno che il Rapporto arrivi al Consiglio di Sicurezza. 

La scorsa settimana Israele ha rivelato una serie di colloqui tra responsabili israeliani e statunitensi per definire l’azione da mettere in campo contro il Rapporto in modo da farlo “sparire”.

Israele sostiene inoltre che gli Usa non esiteranno ad usare il loro diritto di veto.

La riposta israeliana al Rapporto Goldstone è contenuta in un documento di 52 pagine, che include i risultati di un’inchiesta condotta dall’esercito.

L’Onu afferma che Israele ha risposto a tutte le accuse portate nei suoi confronti, ma non è sicura che sia Israele che Hamas abbiano effettuato delle inchieste “imparziali ed indipendenti”.

(Fonte: Imemc.org)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.