Da Gaza un appello alla Lega Araba per la ricostruzione.

Gaza. L'on. Jamal al-Khudari, presidente del Comitato popolare contro l'assedio, ha chiesto ieri ai partecipanti all'imminente vertice della Lega Araba (che avrà inizio domani in Libia) d'inviare a Gaza una delegazione di alto livello perché sia testimone degli effetti dei mille giorni d'assedio sulla città.

 

Al-Khudari, parlando alla folla di Gaza in un raduno organizzato dal Comitato, si è appellato ai rappresentanti della Lega perché sostengano Gaza e la Gerusalemme occupata con i fatti e non con le parole.

 

L'attuale clima regionale e internazionale, secondo il parlamentare, sarebbe più adeguato che mai a una rottura dell'embargo e a un contributo al benessere di tutte le categorie in difficoltà della società palestinese: disoccupati, famiglie bisognose, studenti che non possono portare a termine gli studi, famiglie delle vittime di guerra, feriti, prigionieri e disabili. Una richiesta di sostegno è stata lanciata anche per i piccoli progetti finanziari.

 

Il vertice, prosegue al-Khudari, dovrebbe avviare immediatamente la ricostruzione di Gaza, e lo sfruttamento dei budget assegnati a questo scopo da diverse fonti. Un'allocazione speciale spetterebbe a Gerusalemme est [la metà palestinese della città, n. d. R.], bersaglio di una massiccia opera di ebraicizzazione e di campagna coloniale, che include l'espulsione dei palestinesi dalle loro case e terre e un'accelerazione degli scavi sotto la moschea di al-Aqsa.

 

Il parlamentare ha quindi commentato che l'occupazione israeliana non offre alcun progetto di pace, e con l'annuncio di nuovi progetti coloniali nella Città Santa sfida la decisione araba di riprendere le trattative indirette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.