Da un recente sondaggio risulta che l'84,6% degli intervistati non vuole che il governo ceda alle pressioni Usa/Israele.

Un sondaggio ha dimostrato che 84.6% degli intervistati rifiuta che il governo ceda alle richieste americane e israeliane; 59.6% aspetta che il governo resista; 61.7% rifiuta presidente Abbass di deviare i potere dal governo alla presidenza.
Il sondaggio è stato effettuato del Centro di ricerca “Il Futuro”, di Gaza, nel periodo tra il 1° e il 4 maggio 2006, per conoscere le opinioni del popolo sul nuovo governo.
1033 questionari sono stati distribuiti a caso: il 50% a maschi, il 46% a femmine.

1 – Sull’esistenza di movimenti che sostengono l’embargo al nuovo governo: 3.6% dichiarano che è vero; il 30.5% negano.
2- Sulla durata dell’embargo: il 35.5% dichiara che continuerà fino al cambiamento del governo; il 34.5% fino ai prossimi 3 mesi.
3- Sulla resistenza del governo all’embargo: il 59.6% sostiene di sì; il 12.0%, non più di 6 mesi.
4- Il 54.3% ritiene che è molto importante che il governo resista, nel caso continuasse la sospensione degli aiuti; il 10.6% ritiene che è meglio che il governo cambi atteggiamento verso gli israeliani.
5 – Per affrontare l’embargo, il 40.3% chiede di ritoccare i salari dei dipendenti; il 23.5% chiede che rimangano invariati e che vengano tagliate altre voci del bilancio; l’1.8% non ha risposto.
6- Tra le prime questioni di cui deve occuparsi il governo, il 29.6% sostiene che ci sia la resistenza alle pressioni esterne; il 24.2% la lotta alla corruzione degli apparati di sicurezza; il 22.9% il miglioramento dell’economia.

Il potere del governo
7 – Il 61.7% rifiuta la decisione del presidente Abbas di trasferire i poteri dal governo alla presidenza; il 29.2% è d’accordo.
8 – Nel caso di una crisi economica, il 59.5% rifiuta che i poteri vengano ulteriormente trasferiti alla presidenza,contro il 30.5% che è d’accordo.
9 – Sulla sincerità dell’impegno della presidenza a togliere l’embargo, il 43% ha dubbi e il 36.8% ci crede.
10 – Sull’annuncio di una tregua con Israele, il 55.8% è d’accordo, il 31.6% rifiuta.
11 – Sul lancio di missili da Gaza in risposta all’occupazione israeliane, il 52.8% è d’accordo, mentre il 31.9% rifiuta.
12- Sui migliori metodi di resistenza nella prossima fase, il 64% dice di colpire all’interno di Israele, il 17% di lanciare missili da Gaza contro qualsiasi obiettivo israeliano raggiungibile; il 16.7% sostiene che sia meglio agire nella West Bank.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.