Dahlan: è ora che ai detenuti palestinesi venga concessa la speranza di uscire dalle prigioni israeliane.

Dal nostro corrispondente.

Mohammad Dahlan, membro del Consiglio legislativo palestinese, ieri ha espresso la speranza che la questione del soldato israeliano sequestrato dai resistenti palestinesi rappresenti un’occasione per la liberazione dei detenuti rinchiusi nelle prigione israeliane. “Ci sono 10 mila prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane – ha dichiarato Dahlan – ed è arrivata l’ora che abbiano la speranza di essere liberati. Fra loro ci sono persone che hanno passato più di venticinque anni in prigione”.

Per quanto riguarda la vicenda del soldato israeliano sequestrato, Dahlan ha affermato: “Speriamo prima di tutto che non si perda la possibilità di trovare una soluzione a questa crisi, che non è la prima che sta affrontando il popolo palestinese, ma è la più delicata”.

E ha aggiunto: “Io non posso intromettermi in questa situazione: sono il fratello presidente e le parti che fanno da mediatrici che devono risolverla”.

E per quanto riguarda il tema della seduta straordinaria del Consiglio legislativo riunito in Cisgiordania e Gaza, Dahlan ha spiegato che hanno discusso della necessità di mantenere l’unità nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.