Dal Comitato Gaza Vivrà: lettera aperta a tutti gli organismi di solidarietà con il popolo palestinese.

Cari amici,
vi trasmetto la lettera aperta, indirizzata a tutti gli organismi di solidarietà con il popolo palestinese, approvata dall’assemblea nazionale del comitato Gaza Vivrà che si è tenuta domenica scorsa a Firenze.
 
Crediamo che sia giunto il momento di fare un deciso passo avanti verso l’unità di tutti quanti si battono per la liberazione della Palestina, ed ovviamente pensiamo che questa esigenza non sia solo nostra.
 
Da qui la proposta enunciata nella lettera aperta, che vorremmo sviluppare al più presto.
 
 
Cordiali saluti
 
per il Comitato Gaza Vivrà
Leonardo Mazzei
347 7815904
 
****************
 

LETTERA APERTA A TUTTI GLI ORGANISMI DI SOLIDARIETA’ CON IL POPOLO PALESTINESE

Approvata dall’assemblea nazionale del Comitato Gaza Vivrà

Il destino e la causa del popolo palestinese sono davanti ad un momento storico decisivo.

Israele, sostenuto dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea, mentre continua la sua politica di annientamento della Resistenza, propone ai palestinesi la creazione di un mini-stato senza effettiva sovranità e privo di continuità territoriale.

Purtroppo, come si è visto alla Conferenza di Annapolis, il Presidente dell’Autorità Nazionale Palestinese ha accettato la soluzione proposta dai sionisti.

Questi accordi sono tuttavia respinti da gran parte dei palestinesi. La tenace Resistenza che in condizioni difficilissime i cittadini e le legittime autorità di Gaza oppongono al genocida embargo israeliano ha un immenso valore, politico e morale. Se Gaza cadesse verrebbe portato un colpo letale alla lotta di liberazione del popolo palestinese.

Cresce nel movimento italiano di solidarietà la consapevolezza della grande importanza che assume la Resistenza di Gaza.

Questo movimento è tuttavia diviso, frantumato. Pesano antiche discordie, vecchie divisioni ideologiche.
Noi riteniamo che questa divisioni possano e debbano essere superate. Le tante voci attraverso cui si esprime il movimento di solidarietà con la Palestina possono e debbono parlarsi, unirsi, allo scopo di dare forza alla Resistenza palestinese, per sventare l’esito di una “pace” ingiusta e umiliante.

Facciamo dunque appello a tutti i comitati, le associazioni e le forze politiche che da sempre si battono per la liberazione della Palestina, ad incontrarsi prima possibile affinché sia posta fine a questa intollerabile divisione; affinché tutti gli organismi attivi confluiscano in un plurale ma unitario movimento.

Una prima importante occasione per unire le forze può essere la Fiera del Libro che si svolgerà a Maggio nella città di Torino. Dovremo dare battaglia, non solo contro la inaccettabile decisione dei suoi organizzatori di celebrare il 60° anniversario della nascita di Israele, ma affinché sia posto fine all’embargo ed all’assedio di Gaza.

L’Assemblea nazionale di GAZA VIVRA’ da dunque mandato alla presidenza perché diffonda quest’appello, contatti tutti gli organismi solidali con la Palestina, in particolare quelli delle comunità immigrate e islamiche, per verificare la possibilità di svolgere al più presto un primo grande incontro nazionale.

Approvata per acclamazione

Firenze, 27 gennaio 2008

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.