Dalla Valle del Giordano a Betlemme: ordini di demolizione e confische di proprietà palestinese

Cisgiordania – InfoPal. Dieci ordini di demolizione sono stati consegnati ad alcuni residenti della Valle del Giordano, nella provincia di Tubas, a nord della Cisgiordania occupata. Queste demolizioni minacciano abitazioni e tende.

'Aref Daraghmah, capo del consiglio del villaggio di beduini ha confermato la ricezione delle notifiche di abbattimento da parte di Israele, raccontando i fatti di persecuzione alla quale sono sottoposti i residenti, soprattutto i pastori, da parte delle forze d'occupazione israeliane.
“Ci stanno allontanando dalla nostra terra dove si concentrano esercitazioni militari o per lasciare spazio ai coloni”.

A Walajah, nella provincia di Betlemme, nuove manovre sul campo sono il preludio di altre confische illegali da parte di Israele.

Appezzamenti agricoli palestinesi rischiano di essere risucchiati per lasciare spazio al Muro d'Apartheid e, infatti, testimoni locali hanno riferito del lavoro di livellamento iniziato ieri ai danni di circa 60 alberi di pino e ulivi.

I residenti palestinesi non sono rimasti con le mani in mano e sono scesi in strada per contrastare i lavori dei bulldozer. Poi, l'arrivo di dei rinforzi ha visto azioni di repressione.

Tutti sono stati aggrediti dai militari israeliani, compresi i giornalisti accorsi sul posto per ricoprire quanto stava accadendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.