Dall’inizio 2011, 14 palestinesi uccisi dalle forze d’occupazione israeliane

Gaza – InfoPal. Nel mese di febbraio 2011, sette palestinesi sono stati uccisi e a decine feriti negli attacchi delle forze d'occupazione israeliane. 

Dall'inizio del 2011, i palestinesi che hanno perso la vita per mano dei soldati di Israele sono stati 14. 

A gennaio altri sette palestinesi – tra cui un bambino – erano stati uccisi dai militari israeliani. 20 cittadini erano rimasti feriti. 

Il comitato locale per il soccorso medico ha rilasciato una relazione dettagliata sui dati di febbraio 2011. Nel documento si registra un aumento nelle uccisioni e nei ferimenti di civili rispetto allo stesso periodo del 2010 quando fu ucciso un cittadino palestinese e nove furono feriti. 

Adham Abu Salmiyah, portavoce dei servizi medici locali, ha specificato che i palestinesi assassinati nel corso dei raid israeliani a febbraio 2011 sono stati sette, 46 – tra cui anche bambini – sono stati feriti. 

L'aviazione israeliana ha colpito oltre 15 bersagli, tra cui il deposito di medicinali del ministero della Salute di Gaza.  

Tre pescatori e un giovane di 18 anni sono stati uccisi a nord di Gaza (Beit Lahiya). 18 sono stati i lavoratori feriti, il cui numero supera 130 da marzo 2010. 

11 le vittime ferite dall'artiglieria israeliana, 18 nei bombardamenti aerei e due sono rimasti feriti dall'esplosione di ordigni rimasti nel territorio palestinese assediato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.