Decine di asfissiati da lacrimogeni al sit-in dei parenti dei prigionieri palestinesi

Ramallah – Pal.info. Decine di cittadini e parenti dei reclusi sono stati feriti dalle aggressioni delle forze sioniste

durante il pacifico sit-in di solidarietà con i prigionieri rinchiusi nel carcere di Ofer, vicino a Ramallah.

Testimoni oculari riferiscono che le forze di occupazione hanno lanciato i gas lacrimogeni contro i manifestanti radunatisi di fronte al cancello della prigione militare di Ofer.

I testimoni hanno anche affermato che 15 cittadini sono rimasti soffocati dai gas lacrimogeni lanciati in modo massiccio dalle forze di occupazione, che hanno poi imposto un cordone di sicurezza intorno al carcere.

All'interno della prigione di Ofer, che si trova nella periferia di Ramallah, sono reclusi più di 800 prigionieri palestinesi distribuiti su otto sezioni. Il carcere comprende anche un ufficio dello Shebak (servizi di intelligence israeliani, ndr).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.