Delegato palestinese Onu: ‘Israele ha scelto la colonizzazione alla pace’

Ramallah – InfoPal. Riyad Mansour, osservatore permanente per la Palestina presso le Nazioni Unite ha dichiarato che, il rifiuto di Israele ad un riconoscimento della soluzione basata sul principio e sull'attuazione dei “due popoli, due Stati” – inteso all'interno dei confini occupati da Israele nel 1967 – si traduce con un messaggio univoco quale “Israele ha scelto la colonizzazione alla pace”.

In una lettera indirizzata al Segretario generale Onu, Ban Ki-moon e ai membri del consiglio di Sicurezza dell'organismo internazionale, Mansour ha spiegato: “Senza sosta, Israele prosegue la costruzione di insediamenti illegali in terra palestinese (nei Territori palestinesi occupati, ndr) e lo sta facendo con particolare rapidità a Gerusalemme est”.

In sostanza, nella comunicazione scritta, l'Onu è stata sollecitata da Mansour ad intervenire adottando risoluzioni de facto e comunque a rilasciare il proprio parere al riguardo.

“L'attuale fase alla quale si è giunti è particolarmente delicata e vulnerabile e i vari impegni internazionali – Quartetto e Lega degli Stati arabi – non possono ricevere l'indifferenza dell'Onu ed essere condannati all'inefficacia. In caso contrario, Israele sentirà di essere sempre più potente e impunito e proseguirà i propri piani di occupazione in Palestina”.

“Crimini, violenze e istigazioni; tutto quanto Israele sta producendo sul campo, non può che allontanare qualunque opportunità di riprendere un discorso di pace”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.