Delegazione del Parlamento europeo in visita a Gaza: ‘Israele ha commesso crimini di guerra’.

 

Gaza – Infopal. “Israele ha commesso crimini di guerra contro la Striscia di Gaza”: è quanto ha dichiarato ieri una delegazione del Parlamento europeo che ha incontrato diversi membri del Consiglio Legislativo Palestinese.

L'incontro è avvenuto in una tenda allestita per ricevere gli ospiti, poiché la palazzina del CLP è stata distrutta durante la guerra israeliana contro la Striscia.

Al termine dell’incontro tra la delegazione europea e i deputati del CLP è stata indetta una conferenza stampa, durante la quale il capogruppo del blocco Cambiamento e Riforma, Mohammad al-Ghul, ha invitato i parlamenti internazionali a visitare Gaza, a documentare i crimini dell’occupazione e a lavorare con il popolo palestinese.

Durante la visita, il parlamentare palestinese Ismail al-Ashqar ha esposto alla delegazione i crimini commessi contro il popolo palestinese e le sue istituzioni – distruzione del Parlamento, dei ministeri, delle caserme di polizia, ecc. -, oltre al bombardamento di associazioni civili, abitazioni, fabbriche, aziende agricole. Tali violazioni, ha sottolineato, sono state effettuate con il sostegno americano ed europeo.

L’on. al-Ashqar ha parlato dei massacri di inermi cittadini, dell’uccisione di intere famiglie, e ha precisato che le forze israeliane hanno distrutto 20 mila case.

Ha poi aggiunto che il Consiglio Legislativo è a favore di una tregua che metta fine all’assedio, all’occupazione e che apra i valichi, e che Hamas è intenzionato a raggiungere un accordo con il movimento di Fatah, in modo da porre termine alle divisioni interne e istituire un governo palestinese basato sui principi nazionali.

Karikus Veldelevs, presidente della delegazione europea, ha dichiarato che la visita ha l’obiettivo di incontrare la dirigenza politica di Gaza e Cisgiordania, oltre a verificare la distruzione causata da Israele a Gaza; inoltre, ha sottolineato che “Israele ha commesso intenzionalmente crimini di guerra attraverso la propria macchina bellica. I membri della delegazione europea esprimono il rifiuto e la condanna nei confronti di tali crimini, in particolare del bombardamento delle associazioni civili, del Consiglio Legislativo, degli ospedali, e dell’uccisione di cittadini'.

Egli ha evidenziato che, in base a quanto constatato sul posto, “Israele sa che tali aree erano civili: lo dimostra il bombardamento della scuola americana, che le forze di occupazione conoscevano bene”.

Ha poi aggiunto che la delegazione informerà il Parlamento europeo su quanto constatato durante il viaggio e sulle testimonianze delle vittime, ed elaborerà un documento che imporrà a Israele di aprire i passaggi della Striscia di Gaza. Inoltre ha promesso che verrà formato un gruppo di pressione sui governi affinché sia posta fine alla disumana condizione di vita nella Striscia e alla sofferenza dei cittadini. 

Veldelevs ha confermato che la delegazione “si adopererà per far conoscere i crimini di guerra e perseguitare i responsabili attraverso i tribunali internazionali”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.