Demoliti i pozzi in un villaggio della Cisgiordania

 

<!– /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:””; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;} a:link, span.MsoHyperlink {color:blue; text-decoration:underline; text-underline:single;} a:visited, span.MsoHyperlinkFollowed {color:#606420; text-decoration:underline; text-underline:single;} p.photo, li.photo, div.photo {mso-style-name:photo; mso-margin-top-alt:auto; margin-right:0cm; mso-margin-bottom-alt:auto; margin-left:0cm; text-align:center; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-fareast-font-family:”Times New Roman”; font-weight:bold; font-style:italic;} p.article, li.article, div.article {mso-style-name:article; mso-margin-top-alt:auto; margin-right:0cm; mso-margin-bottom-alt:auto; margin-left:0cm; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;} @page Section1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} –>

<!– /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:””; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;} span.article-detail1 {mso-style-name:article-detail1;} @page Section1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} –> Lunedì 8 giugno, 2009 13:05 ora locale di Katherine Orwell – IMEMC News

L’esercito israeliano ha speso la mattinata di oggi cercando di estrarre gli impianti di distribuzione dell’acqua e dell’elettricità della cittadina di Baq’a, a nord della città cisgiordana di Hebron. Almeno 5 persone sono rimaste ferite mentre tentavano d’impedire la demolizione dei pozzi d’acqua. Jeff Halper, del Comitato israeliano contro la demolizione delle case (ICAHD), è stato arrestato per aver tentato di opporsi ai militari.

 

Israeli army demolishing Palestinian land - Photo by Jaume d'Urgell
L’esercito israeliano distrugge la terra palestinese – Foto di Jaume d'Urgell

L’esercito è giunto nella cittadina intorno alle sei, portando con sé tre gru, quattro bulldozer e numerosi veicoli di rinforzo.

Un testimone locale del Christian Peacemaker Team ha dichiarato all’IMEMC che i soldati hanno preso di mira quattro diversi siti della zona. Si sa che almeno sei pozzi sono già stati distrutti. Altri due si suppone che abbiano subito la stessa sorte, dato che sono stati scorti dei mezzi israeliani nelle loro vicinanze.

I tubi per l’irrigazione sono stati confiscati, ed almeno una torre dell’elettricità è stata abbattuta.

I residenti che hanno tentato di frenare la distruzione delle loro proprietà hanno riportato ferite per le percosse dei soldati. Testimoni locali hanno dichiarato che i feriti ammontano a cinque, tra cui due donne che sono state portate via in ambulanza. L’esercito avrebbe anche impedito all’ambulanza stessa di raggiungere l’ospedale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.