Detenuto da circa un anno: Abu Sisi ha perso 1/3 del suo peso

Ramallah – Pal-Info. Sono gravi le condizione di salute di Dirar Abu Sisi, ingegnere palestinese detenuto nella prigione israeliana di ‘Ashkelon.
Abu Sisi, rapito da agenti del Mossad in Ucraina un anno fa, ha perduto 1/3 del proprio peso corporeo.

Al legale dell’associazione per i prigionieiri, Abu Sisi, di 43 anni, ha raccontato pesare oggi 66 kg mentre al momento dell’arresto pesava 98 kg.

Dall’inizio della sua detenzione è stato confinato in isolamento ed è stato interrogato da 40 ufficiali, che lo hanno torturato per estorcerli confessioni.

Il detenuto palestinese soffre di molteplici problemi di salute: cardiaci, al fegato e alla schiena, ha dolore all’occhio sinistro e allo stomaco.

Abu Sisi ha detto di ricevere dall’amministrazione carceraria israeliana solo sedativi.

Sposato con un ucraina, il detenuto palestinese ha sei bambini e, prima di essere rapito in Ucraina dove si trovava con la famiglia, è stato vice-presidente della centrale elettrica di Gaza.

(Foto: Pal-Info).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.