Detenzione estesa per cittadino giordano-australiano. L’accusa ‘spionaggio a favore di Hamas’

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Tre settimane fa, Iyad Rashid Abu 'Arjah, giordano con cittadinanza australiana, è stato fermato dalle autorità israeliane all'aeroporto “Ben Gurion”, a Tel Aviv.

L'accusa sollevata contro di lui da un tribunale di Petah Tikva è “spionaggio a favore di Hamas”. La sua detenzione è stata estesa a data da definire.

Si tratta della stessa notizia, divulgata al momento dell'arresto, erroneamente, quando diverse fonti d'informazione, tra cui anche la televisione israeliana, avevano affermato che si trattava di un cittadino saudita anziché giordano.

Il leader di Hamas, Isma'il Radwan, ha respinto le affermazioni di Israele definendole “misure adottate dallo Stato ebraico per incitare l'opinione pubblica, creando false commistioni e gettando discredito sul movimento di resistenza islamica palestinese al governo della Striscia di Gaza assediata”.

“Secondo la presunzione in base alla quale Hamas ha una qualche capacità di operare all'esterno della Palestina, Israele sta tentando di amplificarne le potenzialità, raffigurando, in questo modo, un nemico particolarmente pericoloso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.