Dichiarazione di Danilo Zolo a sostegno della Freedom Flotilla 2

Dichiarazione di Danilo Zolo a sostegno della Freedom Flotilla 2

Ho aderito alla campagna a sostegno della Freedom Flotilla 2 per una ragione molto semplice: da decenni sono impegnato a favore della causa palestinese e contro il terrorismo sionista.

Lo Stato di Israele nega l’esistenza del popolo palestinese, occupa le sue terre,
estende sempre più le sue colonie in quel che è rimasto della Cisgiorgania,
fa strage di innocenti, come è avvenuto con la sanguinaria, razzista operazione
 “Piombo fuso” contro la popolazione di Gaza, già in condizioni disperate.

In questi anni decine di migliaia di case palestinesi sono state demolite e
centinaia di villaggi devastati. Centinaia di pozzi sono stati distrutti e le riserve
idriche sotterranee sequestrate e sfruttate per irrigare le coltivazioni delle colonie e
dei territori israeliani. Migliaia di olivi e di alberi da frutta sono stati sradicati.

A tutto questo si è aggiunta l’erezione della “barriera di sicurezza” voluta da Sharon, il muro destinato a stringere in una morsa la popolazione palestinese, relegandola in aree
territoriali sempre più frammentate e dislocate.

Nel frattempo Gerusalemme è stata trasformata in una immensa colonia ebraica che si espande sempre più verso oriente, cancellando ogni traccia della presenza arabo-islamica e dei suoi millenari monumenti. 

L’etnocidio del popolo palestinese si consuma nell’indifferenza del mondo,
con la complicità delle cancellerie occidentali, l’omertà dei grandi mezzi di
comunicazione di massa, il servilismo degli esperti e dei giuristi “al di sopra
delle parti”. Il diritto internazionale è un pezzo di carta straccia, mentre le
Nazioni Unite, dominate dal potere di veto degli Stati Uniti, macinano acqua
nel mortaio e lasciano impuniti i crimini internazionali commessi senza fine
da Israele. Si tratta di un vero e proprio etnocidio che ha come obiettivo la
cancellazione  della storia, della cultura, della dignità, della identità del popolo
palestinese.

Ogni iniziativa che vada in senso opposto – come la Freedom Flotilla 2 – è una dimostrazione di civiltà, di solidarietà umana e di sensibilità per la tragedia  di un popolo innocente che non può che essere profondamente apprezzata.

Danilo Zolo

Università di Firenze

Da http://www.juragentium.unifi.it/it/bionotes.htm

Danilo Zolo (Rijeka, 1936), già professore di Filosofia del diritto e di Filosofia del diritto internazionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Firenze, è stato Visiting Fellow nelle università di Cambridge, Pittsburgh, Harvard e Princeton. Nel 1993 gli è stata assegnata la Jemolo Fellowship presso il Nuffield College di Oxford. Ha tenuto corsi di lezioni presso università dell'Argentina, del Brasile, della Colombia e del Messico. Coordina il sito web Jura Gentium, Center for Philosophy of International Law and Global Politics.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.