Dichiarazione universale dei diritti umani: ‘campagna di e-mailing per i prigionieri palestinesi’

Ramallah – InfoPal. L'organizzazione per i diritti umani e per i prigionieri “Ansar” ha lanciato una campagna di sensibilizzazione rivolta alle Nazioni Unite.

Il Segretario generale Onu e l'Alto commissario per i diritti umani Louise Arbour riceveranno migliaia di e-mail in cui si chiederà di non abbandonare detenuti e prigionieri palestinesi al proprio destino quale quello deciso dall'occupante, ma di salvarli una volta per tutte.

Sebbene negli ultimi mesi, l'attivismo per la protezione dei prigionieri sia stata condotta ampiamente e a pieni ritmi da realtà governative (ministeri, ndr) come da associazioni popolari, il lancio della campagna non giunge casualmente.

“Ansar” ha voluto fare coincidere l'avvio dell'iniziativa con l'anniversario della, Dichiarazione universale dei diritti umani (Dudu), approvata il 10 dicembre 1948.

In un comunicato, l'organizzazione promotrice afferma che in Palestina, Israele esegue pratiche pienamente in violazione alla Dudu, pratiche disumane, fisiche e morali atte a piegare un intero popolo. I prigionieri pagano un prezzo molto alto e restano nel limo, tra il silenzio e la complicità generali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.