Dieci soldati israeliani feriti durante gli scontri con la resistenza palestinese a Gaza. Lancio di granate dal Libano. Israele risponde con 17 missili.

Gaza – Infopal. L’esercito israeliano ha reso noto il ferimento di 10 soldati, tra cui tre ufficiali, durante gli scontri scoppiati all’alba di oggi tra i resistenti e le forze di occupazione.

Il giornale israeliano “Yediot Ahronot” ha riferito che la maggior parte dei soldati sono stati feriti a nord della Striscia di Gaza. Tra essi c’è il capo dell’unità 101 dei paracadutisti.

Secondo quanto dichiarato dall’esercito, il numero delle perdite subite dall’esercito israeliano, dall’inizio dell’operazione “Piombo fuso”, è di 126 feriti e più di 11 morti.

Granate sulla Galilea. Questa mattina, le sirene della colonia Kiryat Shmona, nell’alta Galilea, nel nord di Israele, hanno suonato a seguito della caduta di tre granate, lanciate dai territori libanesi. Lo ha riferito la radio israeliana, che ha spiegato che è stata colpita una zona aperta, causando solo paura. Nessun gruppo ha rivendicato l’attacco.

Fonti d’informazione libanesi hanno riferito che le forze di occupazione hanno risposto al lancio delle granate con 17 missili diretti contro diverse cittadine del sud del Libano. La maggior parte sono cadute in zone aperte e non hanno causato né danni né vittime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.