Dimostrazioni di festa a Gaza per i fatti di al-Khalil

Gaza – Infopal. Centinaia di palestinesi hanno formato delle processioni massicce su invito del movimento di Hamas, per rallegrarsi dell'operazione di guerriglia effettuata ieri dai combattenti palestinesi a est della città occupata di al-Khalil (Hebron), nel sud della Cisgiordania, che ha portato all'uccisione di quattro coloni.

La folla esultante ha sventolato bandiere ed esposto simboli del movimento e del suo braccio armato, le brigate al-Qassam, che ha rivendicato la responsabilità dell'operazione.

Lo stesso movimento di Hamas ha chiarito che l'attentato ha rappresentato la risposta ai continui crimini israeliani ai danni dei palestinesi della Cisgiordania occupata e della Striscia di Gaza, che hanno recentemente accresciuto il numero di morti e feriti nei Territori Occupati.

Secondo il leader Mushir al-Masri, inoltre, l'operazione è anche servita a dimostrare che la cosiddetta collaborazione a livello di sicurezza tra l'occupazione israeliana e l'Autorità nazionale palestinese (Anp), tesa allo sradicamento della resistenza, è fallita inevitabilmente.

Al-Masri ha quindi chiesto all'Anp di rinunciare alla partecipazione nelle trattative dirette di Washington con l'occupante israeliano, che con questi negoziati – l'inizio è previsto per domani – vuole estirpare quel che rimane dei diritti dei palestinesi.

Il politico palestinese ha anche sottolineato che “la resistenza rappresenta la fase attuale della lotta contro l'occupazione, e che rinnegarla vuol dire isolarsi dal consenso unanime nazionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.