Diritto al ritorno: la Giordania condanna le affermazioni di Whitley

'Amman – InfoPal. Dopo le denunce del governo di Gaza, oggi anche la Giordania si esprime e respinge al mittente le affermazioni che rischiano di mettere in discussione la validità legale del diritto al ritorno dei profughi palestinesi.

Andrew Whitley, direttore dell'ufficio rappresentativo di Unrwa a News York (Agenzia Onu per la creazione del lavoro e il soccorso rivolto ai rifugiati palestinesi in Palestina e in Medio Oriente), aveva affermato qualche giorno fa: “I profughi palestinesi dovrebbero smettere di vivere nell'illusione del diritto al ritorno. Semmai, i Paesi arabi devono attrezzarsi per re-insediarli sul proprio territorio”.

Dalla Giordania è intervenuto Waji 'Azayzah, direttore generale del Dipartimento per gli Affari palestinesi, organo governativo: “Ci sorprende come simili dichiarazioni – tra l'altro fortemente politiche – provengano proprio dai vertici dell'Unrwa, l'agenzia Onu che, in questo momento, dovrebbe lavorare alla ricerca di nuovi finanziamenti per urgenti interventi nel settore socio-sanitario.

Da parte sua, Filippo Grandi, Commissario generale Unwra ha tenuto a prendere le distanze dalle dichiarazioni di Whitley, affermando che la sua agenzia continuerà nella propria missione fino all'adozione di una soluzione in conformità alla legislazione internazionale.

Articoli correlati:

https://www.infopal.it/leggi.php?id=16385

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.