Disastro umanitario a Rafah: morti, parti per strada, cittadini bloccati all'aeroporto.


Fonti mediche hanno annunciato la morte della giovane palestinese Sana Ahmad Ali Shenen, 27 anni, gravemente malata di cancro e intrappolata da un mese e mezzo al valico di Rafah. La donna è deceduta ieri a causa della mancanza di cure.

Sempre ieri, la signora Khawlah Salah, 24 anni, ha partorito per strada, nei pressi del valico.

All’aeroporto al-Arish, in Egitto, sono ancora bloccati 98 palestinesi senza permesso di soggiorno in attesa di entrare nella Striscia di Gaza. Sono stati radunati a al-Arish da tutti gli aeroporti e porti per essere “espulsi” nella Striscia di Gaza attraverso il valico di Rafah. La loro situazione è drammatica e paradossale al tempo stesso: l’Egitto li ha espulsi perché senza permesso, ma non possono entrare a Gaza perché il valico è chiuso.

Sono prigionieri in un limbo, sotto lo sguardo assente della comunità internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.