Discriminazione razziale nelle scuole religiose israeliane: banditi studenti ebrei neri.

Il ministero dell'Istruzione israeliano ha autorizzato una scuola religiosa ebraica, situata nell'insediamento illegale di Immanuel, a praticare la segregazione e discriminazione razziale.

La scuola era salita alla ribalta della cronaca mesi fa, perché rifiutava gli studenti ebrei neri e, in quanto istituzione finanziata dal governo, era stata multata. 

Adesso, invece, il ministero le ha concesso il permesso di discriminare su base razziale, permettendo che soltanto i figli degli ebrei bianchi possano frequentarla, purché i fondi siano raccolti privatamente. Dunque, licenza di segregare, purché i razzisti si paghino le rette da sé.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.