Dolorose testimonianze di donne palestinesi picchiate nelle carceri israeliane

MEMO. Le donne prigioniere palestinesi incarcerate da Israele vengono picchiate e maltrattate dalle guardie, ha riferito domenica 10 dicembre, la Commissione per gli Affari dei Prigionieri e degli ex-prigionieri.

Il gruppo per i diritti ha sottolineato la situazione di Zainab Abu Sajdiyah, 50 anni, che è stata arrestata dopo che le forze di occupazione hanno fatto irruzione nella sua casa di famiglia nel campo profughi di Dheisheh, vicino a Betlemme, nel sud della Cisgiordania occupata, intorno alle 3 del mattino del 27 novembre. Non sono stati forniti ulteriori dettagli sul suo arresto.

Zainab ha raccontato di essere stata legata e bendata, poi costretta a camminare fino alla jeep militare che l’ha trasferita alla prigione di Hasharon. Una volta arrivata al cancello della prigione, un soldato israeliano le ha tirato i capelli e una soldatessa l’ha schiaffeggiata.

“Mi hanno deliberatamente spinto e pestato i piedi mentre scendevo le scale, poi mi hanno spogliata. Durante l’ispezione sono stata picchiata e mi hanno lanciato una tazza d’acqua… Una delle soldatesse mi ha ordinato di uscire mentre ero quasi nuda, ma io mi sono rifiutata, così mi ha strappato il cappotto… Volevo abbottonarmi il cappotto e lei me lo ha impedito, poi mi hanno messo in una cella con altre detenute, senza il minimo indispensabile per vivere”, ha spiegato la donna.

“La guardia donna è entrata e ci ha picchiato. Mi ha schiaffeggiato e colpito su tutto il corpo con i suoi pugni. Ho ricevuto forti colpi allo stomaco; mi sembrava di non riuscire più a respirare. Mi hanno anche stretto le manette fino a farmi gonfiare le mani”.

Successivamente, è stata trasferita nella famigerata prigione di Damon e le è stato permesso di visitare la clinica dove ha detto all’équipe medica che soffriva di cancro dal 2009 e aveva bisogno di controlli.

Madre di cinque figli, Zainab dovrà comparire in questi giorni in tribunale. Due dei suoi figli sono detenuti in Israele.

Si stima che nel carcere di Damon siano detenute 55 donne palestinesi, tra cui 2 donne incinte e 15 donne di Gaza.

(Foto: [Issam Rimawi – Anadolu Agency]).

Traduzione per InfoPal di Aisha T. Bravi