Due palestinesi uccisi, un ferito e altri arrestati da Israele nel primo giorno di Ramadan

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Nel corso di un raid dei militari d’occupazione israeliani, questa mattina due palestinesi sono stati uccisi a Qalandia, il campo profughi al centro della provincia di Ramallah.
Sono le prime vittime palestinesi del primo giorno del Ramadan.

Fonti locali hanno riferito dell’azione deliberata delle forze d’occupazione israeliane che hanno aperto il fuoco mentre tentavano di condurre a Qalandia un’operazione di arresto.
Mo’tassem, ‘Eissa ‘Adwan, 22enne è stato colpito al capo ed è morto sul colpo, ‘Ali Khalifah, ferito all’addome, si è spento all’ospedale di Ramallah.

Un terzo palestinese, Ma’moun ‘Awwad, è rimasto gravemente ferito alla schiena mentre venivano portati via dal campo i due palestinesi Ayman al-Khatib e Anas Musanirah.

Quella di questa mattina a Qalandia è stata un’ordinaria operazione di quelle che quotidianamente vivono i suoi abitanti. Oggi si è conclusa con un dramma.

Fonti militari israeliane hanno risposto che “l’obiettivo era arrestare alcuni palestinesi responsabili del lancio di pietre contro cinque soldati israeliani”. Poi, i militari hanno ammesso di aver appreso dell’esistenza di un ferito, ma di non sapere nulla sui deceduti.

Elisa Gennaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.