Due soldati israeliani condannati per avere ucciso un palestinese nel 2002.

 

Tel Aviv – Infopal. Fonti giuridiche israeliane hanno riferito che due membri della guardia di frontiera sono stati condannati da un tribunale di Gerusalemme per avere ucciso un giovane palestinese di Hebron, nel sud della Cisgiordania, alla fine del 2002.

I due poliziotti sono stati accusati di avere ucciso un giovane gettandolo dal loro automezzo, mentre viaggiava a 80 km orari.

Il 31 dicembre 2002, quattro soldati della guardia di frontiera rapirono il giovane Omran Abu Hamdiyah, 18 anni, mentre si trovava davanti alla propria casa, a Hebron.

Secondo la fonte, la condanna sarà annunciata fra tre settimane.

 

In un precedente processo, uno dei poliziotti fu condannato a quattro anni e mezzo, ma riuscì a fuggire all’estero.

 

Con altre analoghe denunce, i tribunali israeliani hanno spesso dichiarato innocenti i soldati che si sono macchiati di omicidio, o, al massimo, hanno comminato loro una multa simbolica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.