Due vittime palestinesi nella parte centrale della Striscia a causa di un’esplosione

Gaza  – Infopal. Fonti della Sicurezza palestinese segnalano che  nella serata di sabato 17 aprile, nella parte est del campo profughi di al-Bureij, si è verificata una violenta esplosione, alla quale hanno fatto seguito degli spari da parte delle forze militari israeliane verso la stessa area interessata dall'esplosione.

L'esplosione – riferisce il nostro corrispondente – è stata causata da un ordigno scoppiato per errore durante un tentativo di sistemarlo, da parte di due resistenti, nei pressi della barriera di separazione con Israele.

Fonti mediche dell'ospedale “Martiri di al-Aqsa” riferiscono che i due si chiamavano Naji Sabri an-Nabahin, di 24 anni, e Ayman Husayn Abu Khawsa, di 23 anni. Entrambi, che erano del campo di al-Bureij, sono giunti in ospedale a brandelli a causa della violenza dell'esplosione dell'ordigno.

Per ora nessuna fazione ha rivendicato l'appartenenza dei due. Forse anche perché pare che i due abbiano preso l'iniziativa di piazzare l'ordigno con una certa improvvisazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.