E’ in fase di attuazione l’accordo di scambio dei prigionieri tra Hamas e Israele

Palestina occupata – Agenzie, InfoPal. Dopo le manovre di ieri, sono iniziati ufficialmente all'alba di oggi i due trasferimenti per la liberazione della prima fase dei prigionieri palestinesi, come da accordo tra Hamas e Israele. La seconda fase dovrebbe avere luogo a due mesi dalla conclusione di quella in corso. I primi convogli sono usciti dalle prigioni israeliane del Negev (Ketziot) e di Hasharon.

Attraverseranno il valico di Beitunia diretti in Cisgiordania, dove incontreranno presso la sede di governo, il presidente dell'Autorità palestinese (Anp), Mahmoud 'Abbas e il ministro per gli Affari dei prigionieri, 'Issa Qaraqe'.

A distanza di un'ora, sono usciti altri tre convogli che, diretti verso la Striscia di Gaza, dovrebbero attraversare il valico di Kerem Abu Salem.

Fonti israeliane hanno confermato il ruolo svolto in questa fase dalle autorità consolari egiziane in Israele nell'identificazione dei prigionieri, ovvero nel rispetto delle liste.

Mentre il leader dell'ufficio politico di Hamas, Kahled Mesha'al si trova al Cairo per accogliere i prigionieri che giungeranno nella capitale egiziana, 'Ezzat ar-Rishaq, membro dello stesso ufficio ha comunicato l'arrivo all'aeroporto del Cairo di aerei di linea da Qatar, Turchia e Siria pronti a deportare oggi 40 prigionieri palestinesi liberati. Si ricorda che alcuni di essi sono stati destinati in Giordania.

163 saranno condotti in Egitto da dove volgeranno verso e Gaza attraverso il valico di Rafah, altri 40 saranno deportati.

A Rafah i prigionieri incontreranno alcuni leader di Hamas, Mousa Abu Marzouq, 'Ezzat ar-Rishaq, Saleh al-'Arouri, da qui i prigionieri proseguiranno verso Gaza dove ad attenderli ci sarà la popolazione e rappresentanze di governo e delle istituzioni.

L'operazione in corso vede uno stretto coordinamento tra agenti di Hamas e quelli dell'Intelligence egiziana. Alcuni membri dell'unità Nahshon, operativa nel carcere del Negev hanno rivelato che “in questa fase sono presenti 250 agenti israeliani, e di essere pronti ad dover affrontare qualunque scenario dovesse presentarsi all'ultimo momento”.

Dall'altro lato, sono in corso pure continue comunicazioni tra l'Intelligence egiziana e quella israeliana, presente sul territorio egiziano per accertarsi che Shalit sia condotto di fatto in territorio egiziano in queste ore, e pronti a verificane l'identità. Soltanto dopo questo particolare, sarà permesso al secondo convoglio di autobus di prigionieri palestinesi di giungere in territorio egiziano. Nello stesso momento le forze della resistenza palestinese consegneranno Shalit all'Egitto pronto a trasferirlo a Israele.

Da due ore, la Tv del Qatar “Al-Jazeera” sta trasmettendo le immagini dalla prigione del Negev e da quella di 'Ofer da dove sono apparsi uscire i furgoni bianchi con a bordo i prigionieri palestinesi liberati. Mentre da una breaking news di Al-Jazeera si apprende che “è avvenuta la consegna di Shalit agli egiziani”, l'agenzia stampa “Pal-Info” nega la notizia, riportando le dichiarazioni di al-'Arouri.

“Ingenti le misure di sicurezza adottate”, ha osservato Walid, al-'Omari, direttore di Al-Jazeera ad al-Quds (Gerusalemme), in particolare in seguito alle minacce sollevate da alcuni gruppi ebraici che avevano fato sapere di voler assaltare i furgoni che trasportano i detenuti palestinesi”.

L'immagine in onda in questo istante è quella del padre del caporale israeliano Gilad Shalit salire a bordo di un furgone della polizia davanti alla prigione del Negev.

Ieri la Corte suprema israeliana ha respinto l'appello contro l'accordo di scambio presentato da un'associazione dei familiari delle vittime di terrorismo.

Agenzie:

http://www.aljazeera.net/NR/exeres/C12B8047-BA9A-4DFD-943D-8D3EC52CF761.htm?GoogleStatID=1

http://www.aljazeera.net/NR/exeres/04690C54-EDB4-4C71-9CBD-3307FF4980E9.htm?GoogleStatID=9

http://www1.wafa.ps/arabic/index.php?action=detail&id=115725

http://www.wafa.ps/arabic/index.php?action=detail&id=115728

http://www.palestine-info.info/ar/default.aspx?xyz=U6Qq7k%2bcOd87MDI46m9rUxJEpMO%2bi1s7tzcKzSSiFA6Otq%2bsBtTAm2gx9Uqzw3Wkd74NlAjukb4HQ5WQxEbr1nn3T6fXQqHonyE2IqLWk01CyFTJ1w52JhZisUIxnmfV%2bJixVGnX9LM%3d

http://www.palestine-info.info/ar/default.aspx?xyz=U6Qq7k%2bcOd87MDI46m9rUxJEpMO%2bi1s7P0SYe7PW45rGsoVSAMS8%2fEgdl9TIFpwL%2fHUeefu76u3%2fv3oPg6c1P2XpOhvglQfn6tI8FUiNuuGXzJel6yHA16Y0ussXROmmPuq5uvzOlH8%3d 

http://www.paltoday.ps/arabic/News-120988.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.