È morto il bimbo palestinese ferito durante il massacro della sua famiglia, avvenuto per mano israeliana il mese scorso.

Dal nosto corrispondente.

È morto all’alba di oggi il piccolo Khaled Nidal Wahbah (15 mesi) ferito il mese scorso, durante il massacro israeliano che si è abbattuto sulla sua famiglia nel villaggio Al-Qararah, a nord di Khan Younes, a sud della Striscia di Gaza.

Fonti giornalistiche hanno riferito quanto affermato dalla sorella del bambino, Islam Wahbah: Khaled è morto dopo aver lottato con tutte le forze contro le gravi ferite riportate a seguito dell’attacco israeliano.

Il 21 giugno, un aereo da combattimento israeliano aveva lanciato un missile contro la casa di Abdelqader Al-Barbarawi, nel villaggio Al-Qararah, uccidendo Fatmah Ahmad (37 anni) incinta al terzo mese e madre di Khaled, e ferendo altre undici membri della stessa famiglia.

La famiglia Al-Barbarawi era emigrata in quel villaggio dai territori occupati nel 1948.

Nello stesso massacro era morto anche Zakaria Ahmad (45 anni) a seguito delle gravi ferite riportate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.