ECESG: sensibilizzazione e informazione degli ufficiali europei sulla realtà a Gaza

Bruxelles – Pal-Info, InfoPal. La European Campaign to end the siege on Gaza ha iniziato una vasta campagna per informare gli ufficiali dell'Unione Europea sulla realtà del blocco imposto da Israele alla Striscia di Gaza per il quinto anno consecutivo.

Questa campagna intende contrastare le azioni di Israele volte a sensibilizzare l'opinione pubblica mondiale sulle proprie rivendicazioni intorno all'imposizione del blocco.

Pertanto, obiettivo della European Campaign é quello di denunciare le dichiarazioni israeliane circa un alleviamento dell'assedio su Gaza e a smascherare la reale situazione umanitaria in cui verte il territorio palestinese assediato.

Di recente, oltre 20 organizzazioni internazionali responsabili su componenti di diritti umani hanno  confermato che il blocco imposto da Israele su Gaza resta invariato.

Martedì scorso, Proinsias De Rossa, legislatore irlandese a capo di una delegazione del Parlamento europeo si è recato nel distretto di Silwan, ad al-Quds (Gerusalemme), in particolare nel quartiere di Shaykh Jarrah, dove ha fatto visita alle famiglie palestinesi minacciate di sfratto dalle proprie case.

Il rappresentante ha avviato la sua visita dalla tenda di protesta nell'area di Silwan e ha ricevuto un verbale da un membro del Comitato di difesa per l'area di Silwan, Fakhri Abu Diab, in cui si delucidano i piani israelianiper il trasferimento di oltre 1.500 palestinesi dalle proprie abitazioni e dare spazio ad un giardino d'ispirazione talmudica.

De Rossa ha affermato che lo scopo della sua visita nel distretto di Silwan era l'incontro con le famiglie palestinesi spodestate dai coloni israeliani e ascoltarne le storie: le condizioni di vita e i pericoli ai quali sono esposti.

Quest'ispezione è parte di un tour che lo aveva visto volgere a Gaza e a Nablus per attestare e farsi testimone del livello di sofferenza – effetto del blocco israeliano e delle restrizioni di movimento.

L'ufficiale europeo ha sottolineato che le pratiche israeliane a Gerusalemme e a Gaza sono illegali e devono cessare immediatamente – senza condizione alcuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.