Ekmeleddin Ihsanoglu presto a Gaza.

Gaza – Pic. Ekmeleddin Ihsanoglu, segretario generale dell’Organizzazione della Conferenza Islamica (OIC), ha affermato che presto si recherà nella Striscia di Gaza e che si sta adoperando affinché l’embargo finisca al più presto.

Ihsanoglu, rispondendo a Ahmed Bahar, presidente del Consiglio Legislativo palestinese, ha detto che apprezza il suo invito a Gaza e che presto prenderà in considerazione l’idea di recarvisi.

Ha anche affermato che l’OIC sta seguendo con preoccupazione la crescente aggressione israeliana al popolo palestinese, in particolare a quello che vive a Gaza.

Il segretario generale dell’OIC s’è adoperato a vari livelli per fermare l’aggressione a Gaza, che ha definito “oppressiva” sin dal primo momento.

Ihsanoglu ha ricordato che ha visitato Gaza nel marzo del  2009, subito dopo l’aggressione israeliana, per raccogliere informazioni di prima mano sulle devastazioni inflitte dalla macchina bellica israeliana e per svolgere un’inchiesta sulle condizioni della popolazione in modo da fornirle la necessaria assistenza.

Egli ha osservato che l’OIC ha donato 100 milioni di dollari alla Conferenza di Sharm el-Sheikh del marzo del 2009, e che egli ha preso parte alla Conferenza di Istanbul di sostegno all’attuazione di 450 progetti di sviluppo, abitativi e educativi nella Striscia di Gaza per un costo complessivo di mezzo miliardo di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.