El-Baradei: ‘Israele capisce solo la lingua della forza’

Il Cairo – Pic. Mohammed el-Baradei, già a capo dell'Agenzia atomica internazionale (AIEA) e uno dei candidati per la Presidenza dell'Egitto nel 2011 ha dichiarato che la causa della Palestina sta attraversando una delle sue fasi peggiori.

Egli ha riferito al PIC (12 aprile) che la causa palestinese viene pregiudicata dalle violazioni israeliane dei luoghi santi, dagli insediamenti in espansione a Gerusalemme (al-Quds) e dalla costruzione di sinagoghe, per non parlare delle divisioni interpalestinesi.

El-Baradei ha anche detto che il popolo palestinese, sotto embargo, non ha altra scelta che quella di resistere: un diritto legittimo garantito da tutti gli ordinamenti giuridici ai popoli sotto occupazione.

El-Baradei ha anche osservato che Israele comprende solo il linguaggio della forza, pertanto gli arabi dovrebbero sostenere i negoziati da posizioni di forza, avendo a disposizione dei deterrenti.

Israele sa bene che le divisioni interpalestinesi e la fiacchezza degli arabi gli consentono di manomettere il processo di pace, ha affermato el-Baradei, aggiungendo che la pace si è trasformata in un gioco stupido: “Abbiamo discusso di pace negli scorsi venti anni, ma non si è visto alcun progresso nella causa palestinese”.

Egli ha anche detto che la costruzione del Muro d'acciaio al confine tra Egitto e Gaza ha danneggiato la reputazione dell'Egitto perché lo fa percepire come collaborante all'assedio di Gaza.

La soluzione logica sarebbe invece la chiusura dei cunicoli e l'apertura delle frontiere, stabilendo a Rafah una zona di libero scambio nella quale i palestinesi potrebbero comprare ciò di cui hanno bisogno e poi fare ritorno a casa.

Dal canto suo, il prof. Hasan Nafa'a, docente di Scienze Politiche all'Università del Cairo, ha detto che la costruzione del Muro d'acciaio mira a fare pressioni su Hamas, costringendolo ad accettare determinate linee politiche.

Egli ha riferito al PIC (12 aprile) che la dirigenza egiziana sta infatti cercando di far firmare ad Hamas la proposta egiziana di riconciliazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.