Elezioni politiche 2008: Per il Bene Comune.

Avviso ai lettori.

 

Siamo consapevoli che un’agenzia di informazioni non dovrebbe schierarsi politicamente, ma limitarsi a veicolare, nel modo più corretto e professionale possibile, notizie.

Ma guardiamoci intorno: quotidiani e tv, nel nostro Paese, sono tutte schierate per gli stessi partiti dei Grandi Affari; le notizie sono scelte in base a "copioni" politico-economici e di lobby. La stessa campagna elettorale attualmente in corso è già "orientata": i giornali hanno pubblicato l’elenco delle liste e dei candidati ponendo vicino a ognuna il "potenziale" esito elettorale, di fatto, indirizzando preventivamente il lettore meno attento o esperto in comunicazione di massa.

Il finanziamento pubblico ai media è, in sé, un atto politico di valenza collettiva, nazionale.

Anche noi, nel nostro piccolo, ci schieriamo, e per una giusta causa. Alle elezioni del 13-14 aprile, la Redazione di Infopal sosterrà la lista Per il Bene Comune dell’on. Fernando Rossi.

Conosciamo l’on. Rossi per la correttezza, l’onestà e la coerenza con principi etico-morali da noi condivisi – tra i quali, il rifiuto di tutte le guerre, del militarismo, del neo-colonialismo -, per il sostegno alla Palestina e ai Palestinesi, popolo oppresso da una tirannide che dura da 60 anni, nonché per questioni più "strettamente" italiane.

Fernando Rossi ci è amico e compagno di strada nella volontà di costruire un futuro meno tragico di quello attuale – sia a livello nazionale sia internazionale -, dove i cittadini siano davvero i protagonisti e non pedine da utilizzare solo durante la propaganda elettorale. E dove si sappia ancora distinguere tra oppressi e oppressori, senza false e ipocrite equidistanze o equivoche "vicinanze", e dove il sostegno sia dato al debole e non al forte.

Infopal sostiene Per il Bene Comune perché è vicino al popolo di Palestina, perché si oppone alle guerre, alle basi militari Nato e Usa nel nostro Territorio Sovrano, al rifinanziamento delle operazioni di peacekeeping (leggi: GUERRE), e a tanto altro ancora.

Infopal sostiene Per il Bene Comune, perché il movimento lavora per il "bene comune" e non per quello di lobbies, famiglie, governi, organizzazioni, entità che NULLA hanno a che fare con noi, ma che anzi operano CONTRO di noi, impoverendoci, rendendoci servi e impotenti, burattini in mani altrui, deprivati di autonomia e dignità.

Infopal sostiene Per il Bene Comune, perché vuole ancora sperare in un’Italia meno vile, corrotta e schiacciata, e più felice, onesta e onorata.

Per il Bene Comune:

http://www.perilbenecomune.net/Home.html

http://www.movimentopoliticodeicittadini.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.