Ennesimo crimine israeliano: una famiglia colpita da un missile mentre cenava.

E’ l’ennesimo crimine che, guarda caso, colpisce civili palestinesi. Difficile non pensare che si tratti ormai di una strategia dell’orrore diretta contro famiglie e bambini.
Dal nostro corrispondente
Una donna palestinese è stata uccisa e 14 componenti della sua famiglia sono stati feriti, inclusi 4 bambini, a seguito di un raid aereo israeliano contro la loro abitazione, situata a est di Khan-Younis.
Fatima Ahmad Barbarawi, 37 anni, è stata uccisa da un missile che si è abbattuto sulla sua casa mentre tutta la famiglia era riunita per la cena.

Fonti mediche hanno dichiarato che cinque bambini in età fra gli 1 e i 4 anni sono stati feriti.

Il 13 giugno, nove civili sono stati uccisi da un raid aereo e il 9, otto membri della famiglia Ghaliya sono stati massacrati da una bomba mentre facevano picnic sulla spiaggia di Gaza.

Le Nazioni Unite hanno sollecitato Israele a porre fine all’uccisione mirata di membri della resistenza palestinese e ai bombardamenti nella Striscia di Gaza.

Un altro parente, Zakaria al-Barbarawi, 45, è deceduto a seguito delle ferite riportate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.