Escalation militare israeliana al centro della Striscia di Gaza. 2 giovani uccisi.

Prosegue l’escalation militare israeliana contro il centro della Striscia di Gaza. Il bilancio delle vittime di oggi è di due morti e di numerosi feriti.

Le forze di occupazione israeliane hanno ucciso Muhammad Abu Hajir, 22 anni, durante l’assedio al campo profughi di Al-Burij, al centro della Striscia di Gaza.

Il giovane è stato raggiunto alla testa da proiettili sparati dai militari.

Un adolescente è stato deliberatamente schiacciato da un bulldozer: "Un ragazzo palestinese è stato schiacciato da un bulldozer israeliano durante l’invasione di Gaza."

………..

All’alba di oggi, le forze di occupazione israeliane, appoggiate da decine di carri e di elicotteri, hanno invaso la zona di Hajar ad-Dih, nel centro della Striscia di Gaza.

Trenta carri militari sono penetrati per un chilometro nei territori palestinesi, altri, invece, sono rimasti fermi a 300 metri da via Salah-Iddin.
Le Brigate al-Qassam, ala militare del movimento di Hamas, hanno annunciato di aver scoperto, alle 4 del mattino, un avanzamento delle unità speciali israeliane, e hanno aggiunto di aver fatto detonare un carico esplosivo contro i soldati e di essersi scontrati con loro con armi leggere.

In un comunicato stampa, le Brigate hanno dichiarato: “I combattenti di al-Qassam hanno preparato una trappola per le forze di occupazione: hanno fatto saltare un carico esplosivo al passaggio di un gruppo di soldati a piedi”.

Testimoni oculari locali hanno riferito di un scontro a est della moschea al-Ihsan, a cui ha fatto seguito una detonazione, prima dell’apparizione nel cielo di due elicotteri.

I testimoni hanno raccontato che la forze speciale israeliana ha subito delle perdite.

A seguito dello scontro, gli elicotteri israeliani hanno setacciato la zona e sparato all’impazzata a est della moschea di al-Ihsan e vicino all’area di Wadi Gaza.

Mentre scriviamo, i soldati israeliani stanno facendo irruzione e perquisendo le case dei cittadini, i carri militari hanno iniziato a scavare i terreni. Rinforzi militari continuano a sopraggiungere arrivando dalla linea di frontiera.

E’ la seconda ampia invasione in meno di due mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.